REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AICA –AZIENDA IDRICA COMUNI AGRIGENTINI

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AICA –AZIENDA IDRICA COMUNI AGRIGENTINI IN DATA 03/12/2021 (DOWNLOAD DOCUMENTO)

—————————————————————————————————————————————————

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AICA –AZIENDA IDRICA COMUNI AGRIGENTINI IN DATA 03/12/2021

INDICE

1. Introduzione

2. Principi generali

3. Ambito di applicazione

 4. Requisiti per la partecipazione alle procedure di reclutamento

5. Avvio iter di reperimento del personale

6. Pubblicazione dell’avviso di selezione

7. Presentazione e ricevimento delle domande

8. Esame delle domande e svolgimento iter di selezione

9. Esiti della selezione

10. Ricorso a società esterne di selezione

11. Assunzione

12. Trattamento dei dati

13. Norme finali e di rinvio

14. Adozione e pubblicità Regolamento

  1. Introduzione

Il presente “Regolamento per il reclutamento del personale” (“Regolamento”) disciplina le procedure di reclutamento del personale dipendente adottate da AICA Azienda Idrica Comuni Agrigentini (di  seguito “AICA” o “Società”) –Azienda Speciale Consortile costituita ai sensi dell’art. 114 D.lgs. n. 267 del 2000 per gestire il servizio idrico integrato (SII) già affidato in concessione, sulla base di convenzione con il Consorzio di Ambito Territoriale Ottimale di Agrigento stipulata il 27 novembre 2007 dalla Società Girgenti Acque S.p.A., colpita da interdittiva antimafia e posta in gestione commissariale e  poi dichiarata fallita dal Tribunale di Palermo con decreto n. 65/2021.

Così come previsto con decreto 30 giugno 2021 del Tribunale Fallimentare, nel quale si rappresentava al Commissario prefettizio “la massima urgenza” nel realizzare “ogni attività necessaria per consentire ed agevolare il trasferimento dei lavoratori alla Gestione commissariale e/o al soggetto individuato dalla stessa per la prosecuzione del ramo aziendale oggetto dell’interdittiva antimafia”, autorizzandosi la Curatela ad operare in tal senso e “ad astenersi, allo stato, dall’intraprendere le procedure di licenziamento collettivo dei dipendenti”, AICA ha stipulato un contratto di affitto del suddetto ramo aziendale con la curatela fallimentare con effetto dal 2 agosto 2012. Di conseguenza, dalla medesima data, i rapporti di lavoro del personale addetto al ramo aziendale stesso sono proseguiti alle dipendenze di AICA ai sensi dell’art. 2112 c.c. (non derogato dal D.Lgs. 11 agosto 2016 n. 175, che anzi richiama al primo comma “le disposizioni del capo I, titolo II, del libro V del codice civile” tra cui l’art. 2112 c.c.) ed AICA non ha stipulato alcun nuovo contratto di lavoro. I rapporti di lavoro proseguiranno ai sensi dell’art. 2112 c.c. in occasione di ogni successiva proroga del contratto di affitto d’azienda, salva la possibilità di intimare licenziamenti individuali e collettivi ricorrendone le condizioni.

Il Regolamento è adottato dal Consiglio di Amministrazione della Società in ottemperanza a quanto previsto dal secondo comma dell’art. 19 del D.Lgs. 11 agosto 2016 n. 175 (“Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica”), in base al quale le società a controllo pubblico stabiliscono, con propri provvedimenti, criteri e modalità per il reclutamento del personale nel rispetto dei principi, anche di derivazione europea, di trasparenza, pubblicità e imparzialità e dei principi di cui all’articolo 35, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Si precisa che le modalità di reclutamento disciplinate nel presente Regolamento non hanno natura di concorso pubblico e il rapporto di lavoro del personale dipendente della Società è di tipo privatistico. Le assunzioni avvengono nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge e della contrattazione collettiva. In particolare, lo stato giuridico-economico del personale della Società è regolato dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro meglio precisati al punto 11.

La partecipazione alle procedure di reclutamento non costituisce impegno all’assunzione da parte della Società.

  • Principi generali

Le procedure di reclutamento del personale per i posti vacanti rivolte all’esterno possono essere avviate solo dopo la verifica della possibilità di copertura di tali posti con eventuale personale interno ritenuto idoneo.

Le procedure di reclutamento della Società si conformano ai seguenti principi: a) adeguata pubblicità della selezione e modalità di svolgimento che garantiscano l’imparzialità e assicurino economicità e celerità del suo espletamento; b) adozione di meccanismi oggettivi e trasparenti, idonei e atti ad accertare la rispondenza delle professionalità, delle capacità e delle attitudini dei candidati alle caratteristiche delle posizioni da ricoprire; c) composizione delle commissioni di selezione esclusivamente con componenti di provata competenza e assenza di conflitti di interesse. Nello svolgimento delle attività di reclutamento e selezione del personale dipendente la Società garantisce le pari opportunità nell’accesso all’impiego, senza discriminazione alcuna per ragioni di genere, di nazionalità, di religione, di opinione politica, di condizioni personali e sociali.

  • Ambito di applicazione

Il presente Regolamento disciplina le modalità di reclutamento di personale dipendente a tempo determinato e indeterminato per la costituzione di rapporti di lavoro con AICA. Il presente Regolamento non si applica nei seguenti casi:

a) alle assunzioni obbligatorie disciplinate dalla normativa vigente;

b) per le assunzioni a tempo determinato, effettuate con carattere d’urgenza, in sostituzione di personale assente con il diritto alla conservazione del posto di lavoro, qualora per la tempestiva sostituzione del medesimo l’azienda sia impossibilitata a realizzare in tempo utile la procedura di reclutamento di cui al presente regolamento. Tuttavia, anche in detta fattispecie, dovranno essere adottate procedure che rispettino i principi di trasparenza, pubblicità e imparzialità di cui al precedente paragrafo 2;

c) per il reclutamento di personale derivante da processi di mobilità tra società controllate direttamente o indirettamente dalle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n.165 e s.m.i., nel rispetto della normativa vigente nel tempo in materia, nonché in ogni altra ipotesi di trasferimento di personale a seguito di mutamenti societari;

d) per il reclutamento di personale in esubero, inserito nelle liste di cui all’art. 25 del D.Lgs. n. 175/2016;

e) contratti di somministrazione di lavoro;

f) gli affidamenti di incarichi di natura fiduciaria o altamente specialistica.

  • Requisiti per la partecipazione alle procedure di reclutamento

Alla scadenza del termine stabilito dall’avviso pubblico per la presentazione delle domande di ammissione alle selezioni il candidato deve essere in possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) età non inferiore a 18 (diciotto) anni;

b) perfetta conoscenza e padronanza della lingua italiana;

c) godimento dei diritti civili e politici;

d) valido permesso di soggiorno per gli stranieri extra-comunitari;

e) posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva e degli obblighi di servizio militare per i candidati di sesso maschile nati prima del 31.12.1985;

f) idoneità psico-fisica a ricoprire il posto di lavoro, con facoltà per la Società di esperire appositi accertamenti;

g) non aver subito condanne penali che comportino, in base alla vigente legislazione, l’interdizione perpetua o temporanea dai pubblici uffici. Sono comunque esclusi dall’assunzione tutti i candidati che abbiano riportato condanne penali per delitto non colposo punito con pena detentiva e coloro che sono in stato di interdizione o destinatari di provvedimenti che riguardino l’applicazione di misure di prevenzione o altre misure. Altre eventuali condanne penali e provvedimenti resi ex art. 444 Codice Procedura Penale saranno valutate dalla Società, anche con riferimento alle mansioni dell’assumendo; tali condizioni devono essere comprovate tramite apposita autocertificazione;

h) avere titoli di studio e/o eventuali altri requisiti richiesti per l’accesso;

i) avere gli ulteriori requisiti indicati nell’avviso di selezione.

  • Avvio iter di reperimento del personale

A fronte di esigenze di organico si procede prioritariamente a verificare se la copertura può essere assicurata con professionalità acquisibili dall’interno, privilegiando il personale con conoscenze e competenze affini a quelle richieste dalle posizioni da ricoprire. Qualora non sia possibile coprire il ruolo con personale interno si procede con la selezione esterna. L’avvio dell’iter di reperimento del personale all’esterno è approvato dal Consiglio di Amministrazione della Società.

  • Pubblicazione dell’avviso di selezione

La procedura di reclutamento ha inizio con la pubblicazione di un avviso di selezione sul sito internet della Società per un termine non inferiore a 30 (trenta) giorni e/o con altri mezzi idonei di diffusione individuati dalla Società Medesima. L’avviso di selezione deve indicare il profilo professionale ricercato e le relative mansioni, la tipologia di contratto e di inquadramento proposta nonché i requisiti di ammissione e i titoli di studio richiesti, gli eventuali titoli di preferenza. Nell’avviso sono indicati i termini e le modalità di presentazione delle domande e le eventuali prove di selezione (test psico-attitudinali e/o prove scritte e/o prove pratiche e/o prove orali) e/o colloqui individuali tecnici e/o motivazionali richiesti ai candidati, nonché ogni altra informazione o indicazione utile e/o necessaria per la procedura. La Società può determinare il numero minimo di domande in presenza delle quali si procederà alla selezione. E’ facoltà della Società procedere alla riapertura o proroga del termine fissato per la presentazione delle domande e per una sola volta qualora, alla data di scadenza delle stesse, sia pervenuto un numero di domande inferiore al doppio del numero di posti oggetto della selezione o per altre motivate esigenze della Società medesima.

  • Presentazione e ricevimento delle domande

La domanda di ammissione alla selezione deve essere presentata secondo le modalità e i termini indicati nell’avviso pubblico di selezione. La domanda di partecipazione a selezioni avviate con avviso pubblico dovrà contenere almeno le seguenti informazioni:

a) il cognome e nome, nonché l’eventuale cognome acquisito;

b) la data e il luogo di nascita;

c) il codice fiscale;

d) la cittadinanza;

e) il Comune di residenza e l’indirizzo, eventuale domicilio e indirizzo;

g) il titolo di studio richiesto e il punteggio ottenuto;

h) i requisiti specifici richiesti dall’avviso di selezione;

i) l’indirizzo presso cui si intende siano effettuate tutte le comunicazioni inerenti la selezione con l’indicazione dell’eventuale recapito telefonico e/o dell’eventuale indirizzo di posta elettronica.

  • Esame delle domande e svolgimento iter di selezione

All’esame delle domande provvede una Commissione di valutazione (“Commissione”), composta da almeno due membri dotati di comprovata professionalità di volta in volta designati, tra i dipendenti o soggetti esterni. La Commissione è nominata dal Consiglio di Amministrazione. Della Commissione non possono fare parte i componenti del Consiglio di Amministrazione né coloro che ricoprono, o abbiano ricoperto negli ultimi tre anni, cariche politiche presso Enti Locali soci di AICA o che siano rappresentanti di partito, sindacali o designati dalle Confederazioni e Organizzazioni Sindacali in genere o associazioni professionali. Non possono far parte della Commissione altresì i componenti aventi un rapporto di parentela o affinità entro il quarto grado con i singoli candidati. All’atto dell’insediamento della Commissione, conosciuti gli elenchi dei partecipanti alla selezione, i membri dovranno sottoscrivere una dichiarazione sostituiva dell’atto di notorietà, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, attestante l’assenza di cause di incompatibilità e/o di conflitto di interessi con l’incarico ricevuto così come previsto dalle disposizioni normative e/o regolamentari vigenti. Nel caso venissero accertate cause di incompatibilità in capo ad un membro della Commissione, lo stesso verrà revocato con atto del Presidente del Consiglio di Amministrazione. La Commissione provvede all’esame delle candidature e all’espletamento delle eventuali prove e/o colloqui stabiliti nell’avviso di convocazione. Le prove di selezione possono essere di diverso tipo a seconda della posizione professionale da ricercare e precisamente: colloqui individuali tecnici e/o motivazionali, test psico-attitudinali, prove pratiche, colloqui di gruppo e/o procedure di assessment. I giudizi della Commissione devono essere motivati e risultare da apposito verbale. La Commissione di valutazione opera con la presenza di tutti i suoi membri e può avvalersi di un segretario, da nominarsi tra i dipendenti della Società. E’ ammessa la possibilità, nel caso di ricevimento di domande in numero elevato, di svolgere una preselezione.

  • Esiti della selezione

Gli esiti della selezione sono resi noti mediante pubblicazione sul sito internet della Società (www.aicaonline.it) nella sezione “Amministrazione Trasparente”, sotto sezione “Personale”, per un periodo di almeno 30 giorni e fino ad un massimo di anni due (durata della graduatoria).

È facoltà della Società costituire una graduatoria dei candidati valutati idonei cui fare riferimento in caso di mancata copertura della posizione offerta per rinuncia o forza maggiore da parte dei soggetti già selezionati o nel caso di necessità di assunzione di personale avente caratteristiche simili a quelle per le quali la selezione era stata avviata. I risultati di ciascuna selezione saranno tenuti in considerazione dall’azienda ai fini delle assunzioni per un intervallo di tempo massimo di 2 anni. In tale intervallo temporale la graduatoria sarà di volta in volta aggiornata in caso di attingimento alla medesima e scorrimento. Tutte le graduatorie risultanti dalle procedure di selezione e soggetti alla pubblicazione ai sensi del presente Regolamento riporteranno il nome e cognome del candidato. L’inserimento di un candidato nelle graduatorie definite sulla base delle procedure di selezione stabilite nel presente Regolamento non costituisce impegno all’assunzione da parte della Società.

  1. Ricorso a società esterne di selezione

Le procedure di selezione possono essere affidate a società esterne specializzate nell’attività di selezione in alternativa o aggiunta alla Commissione composta da soggetti idonei con delibera del Consiglio di Amministrazione. In relazione alla tipologia, alla professionalità richiesta, dei tempi di inserimento previsti, ed avendo attenzione ai costi, la Società potrà adottare, per una o più fasi del processo selettivo, il supporto di società esterne specializzate nelle attività di reclutamento e selezione. Anche in tali circostanze AICA pubblica sul proprio sul sito internet l’avviso di selezione, fornendo completa informativa sul ruolo delle società esterne coinvolte nel processo di reclutamento e selezione. L’attività delle società specializzate deve rispettare i principi di cui al presente Regolamento. AICA si riserva la facoltà di indicare alle società specializzate, quale esperto, un proprio dipendente per la valutazione dei requisiti di competenza professionale dei candidati e/o può riservarsi la valutazione finale dei soggetti selezionati dalle società specializzate stesse.

  1. Assunzione

Al Consiglio di Amministrazione viene fornita informativa degli esiti della procedura di selezione svolta dalla Commissione. Ove, ad esito del completamento dell’iter di selezione, la Società ritenga di procedere all’assunzione di uno o più dei canditati individuati in base alle graduatorie, l’assunzione deve essere preventivamente autorizzata dal Consiglio di Amministrazione e, quindi, formalizzata dal soggetto delegato da quest’ultimo. L’assunzione avviene con contratto individuale di lavoro subordinato a tempo pieno o parziale secondo le forme contrattuali di impiego previste dall’ordinamento e, per il personale non dirigente, nel rispetto del Contratto Collettivo Nazionale per il settore gas – acqua,  da ultimo stipulato il 07/11/2019 tra le associazioni datoriali ANFIDA, ANIGAS, ASSOGAS, IGAS, UTILITALIA e le OO.SS. Filctem CGIL, Femca CISL Uiltec. È comunque prevista l’assunzione con altro Contratto Collettivo Nazionale in relazione ai ruoli dirigenziali, per i quali sarà adottato il CCNL “Per i Dirigenti delle Imprese dei Servizi di Pubblica Utilità” sottoscritto da ultimo il 17/06/2020 da Confservizi e Federmanager, e in relazione a specifiche attività di altro settore che possono essere avviate dalla società a servizio dell’attività principale, per cui si farà riferimento al CCNL più adeguato al settore e all’attività. Il contratto a tempo determinato, che prevede l’apposizione di un termine di durata, potrà essere prorogato secondo i termini di legge. I requisiti per la partecipazione alla selezione costituiscono anche requisiti per l’assunzione. Il mancato possesso dei requisiti prescritti nell’avviso di selezione, al momento della costituzione del rapporto individuale di lavoro, costituisce motivo giustificato per la mancata sottoscrizione del contratto da parte della Società. Trovano altresì applicazione le norme di legge in materia di inconferibilità e incompatibilità, sia al momento della costituzione del rapporto di lavoro che nel corso del suo svolgimento. Il collocamento definitivo in organico del personale selezionato è preceduto, qualora sia previsto nell’avviso di selezione, da un periodo di prova della durata indicata nell’avviso medesimo. La Società, in casi particolari debitamente motivati, può modificare la tipologia contrattuale senza indire una nuova procedura di selezione, sempreché il soggetto interessato a detta modifica sia stato individuato come idoneo attraverso una procedura di selezione svolta ai sensi del presente Regolamento.

  1. Trattamento dei dati

I dati e le informazioni che la Società riceve dai candidati in occasione delle procedure di selezione o, comunque, ai fini dell’assunzione sono trattati nel rispetto di quanto previsto dal GDPR 2016/679 e dal decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 e successive modifiche e integrazioni.

  1. Norme finali e di rinvio

Per quanto non disciplinato dal presente Regolamento si fa riferimento alle norme di legge e contrattuali vigenti.

  1. Adozione e pubblicità Regolamento

Il presente Regolamento, così come ogni aggiornamento dello stesso, è approvato dal Consiglio di Amministrazione di AICA. Il Regolamento è pubblicato sul sito internet della Società (www.aicaonline.it) nella sezione “Amministrazione Trasparente”, sotto sezione “Personale”.

Aragona, 03/12/2021

Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 03/12/2021